Vinitaly 2014, il decalogo per berlo al meglio!

Piccolo manuale di sopravvivenza.

Siamo agli sgoccioli, tra qualche giorno si apriranno i cancelli della fiera più “conosciuta” d’Italia, VINITALY 2014, blog ed esperti non fanno altro che snocciolare consigli per vivere al meglio questa esperienza davvero provante.

Cosi l’Infernot vuole aiutare i propri affezionati clienti e non, con un decalogo che nasce da anni di esperienza e km percorsi tra i vari stand.

 

  1. Al Vinitaly andrò solo in treno e non in macchina, sarò libero di assaggiare quello che più desidero, senza paura di essere fermato sulla strada del ritorno evitando traffico e ore in coda. ( La stazione collegata attraverso 20 minuti di camminata o attraverso 20 minuti stivati in una della navette a disposizione )
  2. I giorni migliori per assaggiare le cose migliori stanno tra la domenica e il mercoledì, escluderò la domenica per la folla e il mercoledì perché ormai i produttori hanno alzato bandiera bianca.
  3. Verrò già mangiato. Una sana e importante colazione sarà un’importante aiuto per la giornata impegnativa ( I Carboidrati rallentano l’assorbimento dell’alcol nell’organismo )
  4. Non sto andando all’Octoberfest, mi vestirò consono all’evento, credibile e con materiali traspiranti, in fiera si suda vino, e se ne suda tanto per il caldo. 
  5. Verrò già studiato. Il rischio più grande del vinitaly è di perdermi per la bramosia di volere assaggiare il più possibile. Preparerò un piano di attacco, Una regione o due, magari quelle meno frequentate, i bianchi la mattina e i rossi il pomeriggio, piuttosto tornerò due volte dalla stessa cantina.
  6. Non mi farò abbagliare dallo splendore delle signorine in mini vestiti di paillette e da stand circensi, ma cercherò di fuggire verso lidi meno affollati e conosciuti. ( In particolare durante il pomeriggio, l’alcol disinibisce )
  7. Sarò umile. Non chiederò di assaggiare un rosso o un bianco a caso, ma non farò nemmeno domande idiote per dimostrare che so che cosa sono le barriques, qualche domanda sulla gamma dei vini prodotti e successivamente chiederò di assaggiare quello che più mi ha colpito e non dovrà sempre essere necessariamente la Riserva o quello di annata più vecchia o quello più premiato.
  8. Al fine di rimanere lucido per più tempo possibile mi porterò una bottiglia d’acqua, per diluire e per pulire le papille gustative in festa e per aiutare nell’intento, mi fermerò durante la pausa pranzo con un paio di panini portati da casa, o subito dopo le 14:00 se usufrirò dei diversi punti ristoro.
  9. Non mi affiderò alla mia memoria, inutile dopo qualche ora di assaggi, ma segnerò o fotograferò i vini che più mi hanno colpito.
  10. Saprò sempre a chi rivolgermi in caso di bisogno o di consiglio, al mio Sommelier di fiducia, Manlio dell’Infernot, manderò un sms per contattarlo perché saprò che da Domenica 6 a Mercoledi 9 si troverà a seguire meticolosamente questo decalogo.

Buon Vinitaly a tutti.

Manlio

Vinitaly-2014 

  

 

Tag:, ,

Categorie: Eventi

One Comment su “Vinitaly 2014, il decalogo per berlo al meglio!”

  1. 31 marzo 2014 a 18:46 #

    Io e Luca ci andiamo x lavoro lunedì ogni consiglio è +che gradito
    La nostra missione è quella di reperire materiali multimediali (presskit) per il canale fnb.lulop.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: