Pavia Wine il giorno dopo

Ditemi cosa avete bevuto e…

E SE NE è VALSA LA PENA.

Il Pavia Wine è alle spalle, in una calda giornata Pavese coperta da un cielo plumbeo, il Castello Visconteo è stato punto di ritrovo per molti appassionati e non. La mia partecipazione è stata breve, un paio di ore per salutare alcuni produttori e alcuni compagni di assaggio con l’imperdonabile impossibilità nel partecipare alle tre degustazioni organizzate rispettivamente in ordine cronologico da, FISAR, ONAV e AIS.

La mia breve impressione, confermata da alcuni produttori, è di avere visto un maggiore numero di partecipanti ma con una minore percentuale di “interessati” alla qualità di ciò che fosse versato, senza arrivare a vedere quadretti poco divertenti. La parentesi più piacevole è stata il notare giovani leve dell’Oltrepò che con idee chiare e “moderne” hanno voglia di portar ad antico splendore i nostri vini, parlando con umiltà e con cognizione riguardo alle reali potenzialità, chapeau, ottimo atteggiamento!

I miei assaggi sono stati davvero pochi e frettolosi, ricordo sopra tutto, il nuovo millesimato di Anteo che segna il centro, ma questo post serve per far parlare voi e i vostri assaggi.

Elenco Cantine

 Un saluto alla delegazione Ais Pavia.

Tag:, , ,

Categorie: Eventi

6 commenti su “Pavia Wine il giorno dopo”

  1. 2 luglio 2012 a 01:37 #

    Ciao Manlio, vedo solo ora questa pagina… a Pavia Wine ho assaggiato prevalentemente Metodo Classico. Segnalo, anche per l’eccezionale rapporto qualità/prezzo, due Metodo Classico 100% Pinot Nero di cantine con una lunga (ma non proprio conosciuta) tradizione spumantistica: il millesimato 2007 di Ca’ del Gé e il millesimato 2007 di Monterucco. Le uve provengono in entrambi i casi da Cigognola e secondo me in entrambi i casi ci troviamo di fronte a due esemplari Metodo Classico oltrepadani, la cui mineralità e sapidità assicurano una beva molto piacevole.

    • 3 luglio 2012 a 13:48 #

      Ciao Roger, per Cà del Gè… sfondi una porta aperta, lo trovo uno dei millesimati più interessanti, l’ho assaggiato diverse volte ed ero tentato di farlo entrare in enoteca, peccato per la nuova veste grafica, un notevole passo indietro che lo svilisce! E sappiamo bene che a volte anche l’occhio vuole la sua parte in particolar modo se viene dalla nostra “bella” zona.

  2. Alberto
    5 giugno 2012 a 12:54 #

    Ciao Manlio, nel mio giro veloce a Pavia Wine mi sono concentrato solo sugli spumanti.

    Ok premettiamo, temperature sbagliate, casino incredibile (sono passato alle 18.00…) bottiglie finite, “profumi” impossibili…insomma, la situazione non era sicuramente ideale per capirci qualcosa..

    Comunque ho provato con piacere il Picchioni Profilo millesimato 2000, la sboccatura fatta meno di un mese fa, quindi sicuramente da aspettare un po’ vista la tipologia del prodotto, da riprovare…e poi il Bruno Verdi Metodo classico DOCG Vergomberra: pulito, buon carattere, buona freschezza.
    Alcune cose che avrei voluto assaggiare purtroppo non erano più disponibili come Anteo Millesimato ad esempio o il Travaglino Classese, Marchesi di Montalto..

    Capitolo cruasè, sarà.. ma io questo prodotto proprio non lo capisco…che ne pensate?!

    ciao

    • 5 giugno 2012 a 16:54 #

      Ciao Alberto, si le 18 sono un orario abbastanza “sbagliato”, in chiusura tutte le fiere mostrano il peggio di se, spumanti caldi, gente a casaccio e produttori ormai che vedono la fine vicina non prestando magari l’attenzione dovuta.
      Interessanti i tuoi assaggi, in particolare mi trovo completamente in accordo sul Profilo, leggermente ancora scomposto in bocca, ma la recente sboccatura ne è il motivo evidente e quindi tutto fa presupporre a qualcosa di davvero interessante in particolare per la freschezza percepita. Lo aspettiamo no?!

      Per quanto riguarda il Cruasè bisognerebbe aprire un capitolo a parte: a mio parere il Consorzio con l’idea Cruasè ha cercato in modo intelligente e moderno di creare un marchio che andasse al di la dei confini e potesse essere un richiamo attenzionale sul nostro territorio.
      Da bibite rosa con liquer “a gratis” che rendevano questo Metodo Classico sicuramente non un degno portabandiera, lentamente l’eleganza e il nostro terroir cominciano a mostrarsi portando ad una produzione più fresca e minerale con una sosta sui lieviti meno disciplinata da disciplinare superando i 18 mesi.
      Il risultato è un cambiamento in positivo per alcuni produttori, cito Fiamberti, Mazzolino, Verdi giusto per fare qualche nome mostrando un attenzione particolare nella continua ricerca della qualità, ma l’altra faccia della medaglia è l’immissione nel mercato di innumerevoli Cruasè fatti da tutti e di più, una offerta certamente ampia ed troppo eterogenea ma che nasconde l’immagine di coloro che sono riusciti a tracciare la via, lasciando a noi, il compito di bere il Cruasè.

      …ancora tanta strada da fare.

  3. Andrea
    5 giugno 2012 a 09:24 #

    Ciao … io sono stato piacevolmente colpito dal Riesling renano di Monsupello l’ho trovato tra tutti quello piu’ profumato, fruttato ed elegante e anche in bocca aveva una buona freschezza.
    Un’altro ottimo assaggio e’ stato il Cavariola riserva di Bruno verdi 2007 …nn e’ una scoperta perche’ lo avevo gia’ bevuto, un vino sicuramente non giovane e pronto da bere ma che puo’ ancora esprimere altre potenzialita’.
    Grazie per il tuo bellissimo blog !!
    Ciao Andrea

    • 5 giugno 2012 a 12:23 #

      Grazie a te Andrea, hai assaggiato davvero due eccellenti rappresentanze dell’Oltrepò, parlando del Cavariola, il passaggio in barrique per 1/3 nuove riesce ad addomesticare il rosso oltrepò a volte poco propenso a piacere. Bisogna sempre stare attenti a non esagerare però.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: