Grazie ad Aldo Conterno e ai suoi Baroli

è morto il papà del “mio” Barolo.

1931-2012

Durante il master del Barolo, organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier, ho scoperto quale fosse il mio barolo preferito, IL CICALA di Aldo Conterno, nemmeno il GranBussia così osannato, ma forse proprio il più “femminile ed elegante” mi aveva rapito. E a dire che tra poco ne avrei prese alcune bottiglie da tenere in enoteca , una bottiglia prestigiosa da dare a pochi e per pochi.

Colui che visse per anni in America e che ne 69 diede vita ai Poderi di Aldo Conterno creando dei capolavori conosciuti in tutto il mondo, che investii nelle proprie idee e che non volle aumentare i sui 25 ettari vitati di pregiata uva ci lascia in eredità quel sorriso contadino che lo distingueva e tutti i suoi discorsi racchiusi in una bottiglia.

Ci vediamo alla prossima degustazione Aldo

Tag:, , ,

Categorie: Dal web

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: